fino al 60% su tutti i materassi e spedizione gratuita

Camera troppo fredda o calda? Ecco qual è la temperatura ideale per dormire

Le temperature si sono abbassate drasticamente, hai aggiunto una coperta sul letto, indossato un pigiama più pesante, allungato i tempi del riscaldamento…ma non dormi affatto bene?

In pieno inverno è normale dover adottare alcune “strategie” di protezione dal freddo, ma spesso si esagera e ce ne accorgiamo solo durante la notte, quando sudiamo, ci svegliamo di continuo e facciamo fatica a prendere sonno.

Qual è quindi la temperatura ideale per dormire?

Andiamo a capire come “darci una regolata”, anche in previsione della bella stagione!

Perché la temperatura influisce sul sonno?

Nonostante durante il sonno REM sia presente un’intensa attività cerebrale, c’è una cosa che il cervello non può fare in quel momento: regolare la temperatura corporea. Infatti, serve molta energia per alimentare le funzioni cerebrali richieste dal sonno REM e, per questo motivo, non vi è termoregolazione mentre si dorme.

Se però, la stanza diventa troppo calda o fredda, il corpo non reagisce e sorge un problema: il cervello è obbligato ad attivarsi per trasferire l’energia alla termoregolazione.

Andiamo però a vedere cosa succede nello specifico.

Camera da letto troppo calda: ecco perché non va bene!

Anche se fuori nevica, la camera da letto (ma anche la casa in generale) non deve essere trasformata in una sauna. Infatti, dormire in una stanza con la temperatura troppo elevata non fa bene al nostro organismo perché:

  • Impedisce al corpo di raffreddarsi naturalmente liberando la melatonina, l’ormone che stimola la sonnolenza (ma riduce anche il calore corporeo) e di equilibrare il cortisolo, strettamente collegato con ansia, appetito e depressione.
  • Provoca sudorazione, dilatazione dei vasi sanguigni e una circolazione più rapida.

Insomma, il calore eccessivo non concilia affatto il sonno, anzi, lo disturba, perché provoca ansia e agitazione.

Se invece la stanza è fredda…

  • La mente rimane in allerta allo scopo di aumentare la temperatura corporea,  e il corpo può tremare.
  • pori si dilatano.
  • vasi sanguigni si contraggono e il sangue circola poco nelle estremità (per concentrarsi negli organi vitali).

Ma qual è la temperatura ideale per dormire bene?

Gli esperti assicurano che, tra i migliori metodi per dormire bene c’è quello di mantenere la temperatura stabile a 19°C, sia d’estate che d’inverno, perché:

  • Favorisce il raffreddamento naturale del corpo, quindi a liberare la melatonina.
  • Permette di addormentarsi più facilmente e velocemente.
  • Favorisce il corretto funzionamento del metabolismo (riducendo notevolmente il rischio della comparsa di diabete, obesità ed altre malattie metaboliche).
  • Si rafforza il sistema immunitario.

Come raggiungere la temperatura giusta?

Ovviamente, in primis, è necessario regolare il riscaldamento, e in estate il condizionatore, in modo da mantenere la temperatura ideale per dormire; ma sono utili anche buone abitudini, come fare un bagno caldo prima di coricarsi (che favorisce il rilassamento e il raffreddamento del corpo) o addirittura scegliere un materasso che non alteri il microclima.

Quali caratteristiche deve avere un materasso che ci aiuti a dormire alla giusta temperatura? Deve garantire:

  • Traspirazione: capacità di agevolare il passaggio dell’aria.
  • Termoregolazione: capacità di mantenere temperatura e umidità costanti.

Tutto dipende dai materiali, in particolare dal rivestimento che, essendo a contatto diretto con il corpo, deve essere realizzato con fibre traspiranti che evitano il surriscaldarsi del corpo e l’accumulo di umidità, come quello che trovi nei modelli firmati Veradea!

Cosa aspetti allora? Scegli di dormire bene in tutte le stagioni su dei materassi comodi che ti garantiscano benessere e comfort!

Entra a far parte della community Veradea e ricevi offerte speciali, consulenze personalizzate e consigli per concederti un migliore riposo.

Visualizza il carrello Chiudi