Qualità made in italy e customer care sempre disponibile

Sostenibilità a Natale: è possibile?

È possibile conciliare la sostenibilità con il Natale? Certamente. È necessario limitare gli sprechi e ragionare in ottica green. Vediamo, quindi, in che modo si può evitare di fare acquisti non necessari in vista delle festività natalizie. Già vi abbiamo dato qualche consiglio su come poter decorare l’albero di Natale utilizzando l’imballaggio dei nostri materassi e guanciali, ora passiamo a come poter organizzare le festività natalizie mantenendo sempre alta l’attenzione sulle tematiche ambientali. Qualche semplice accortezza farà bene all’ambiente e anche al nostro portafogli.

Partiamo dalle decorazioni per la casa e per l’albero di Natale

Riuscire a vivere il Natale in modo più ecologico non è così difficile come potrebbe sembrare. Possiamo iniziare evitando di acquistare nuove decorazioni per l’albero o la casa. Utilizzando quelle che già si posseggono o utilizzando materiali di recupero si può facilmente evitare l’acquisto di oggetti che verranno usati solo per un breve periodo di tempo. Se abbiamo un terrazzo o un balcone sarà facilissimo dare “nuova vita” all’albero che scegliamo di addobbare per le festività. Diamo priorità, quindi, a piante sempreverdi e facili da mantenere anche dopo la fine delle festività. In questo modo si ridurranno gli sprechi e si eviterà l’acquisto di alberi di Natale in plastica. Potrebbe essere anche molto divertente creare con le proprie mani gli oggetti per decorare la casa. Oltre ad essere un’alternativa green alla plastica è, senza dubbio, un buon modo per prendersi un momento dalle questioni quotidiane.

Passiamo al cenone light

Anche il tradizionale cenone può essere rivisto in chiave green. In che modo? Scegliendo alimenti di stagione e riducendo i consumi di alimenti di origine animale. Non si tratta di cucinare alimenti vegetariani o vegani ma di ridurre le quantità di carne e/o pesce messi in tavola. In ogni caso, quando si acquistano alimenti di origine animale è buona abitudine tener conto di alcune raccomandazioni sulla provenienza del pescato e della carne. Esistono degli standard che tutelano la pesca e l’allevamento e che permettono di avere una sicurezza in più sulla provenienza dei cibi che mangiamo. Per quanto riguarda il pesce, è molto importante preferire alimenti che abbiano la certificazione MSC che indica la sostenibilità della pesca e il rispetto degli ecosistemi marini. Scegliere un cenone light, però, non è l’unico modo per scegliere la sostenibilità anche a Natale.

Terminiamo con… i pacchetti green

Quante volte abbiamo comprato la carta da regalo per impacchettare i regali per i nostri cari. Quest’anno cambiamo rotta! Scegliamo un foglio di una rivista o di un giornale, un vecchio spartito o ricicliamo la carta del packaging di un altro prodotto. Anche il nastro può non essere in plastica. Esistono numerose alternative al nastro colorato in plastica: uno spago da cucina, un nastro di stoffa o un ritaglio di una carta più resistente. In alternativa alla carta, si può usare anche la stoffa. In questo caso, via libera al riciclo di tutti quegli indumenti che non ci stanno più e che vogliamo gettare. La nostra vecchia felpa può diventare, infatti, un incarto originalissimo per un regalo da mettere sotto l’albero.

Visualizza il carrello Chiudi