fino al 60% di sconto e spedizione gratuita

Nei precedenti appuntamenti de “La Dea del sonno” abbiamo parlato dei sogni lucidi e di come analizzare i sogni. Ma cosa sono i sogni? Cosa significa sognare? E quale funzione hanno i sogni? Oggi vediamo cosa sono i sogni a livello fisiologico e come si può capire qualcosa di più sul nostro corpo dal modo in cui si sogna.

Cosa sono i sogni

Che cosa sono i sogni? I sogni sono immagini in movimento, suoni, voci e sensazioni vissute mentre dormiamo. Per molto tempo, la teoria convenzionale ha ritenuto che i sogni si sviluppassero solamente durante la fase REM del sonno. La fase REM è caratterizzata da rapidi movimento oculari, ed è la fase del sonno in cui si può rilevare un’attività cerebrale simile a quella rilevabile durante lo stato di veglia.

Ormai sappiamo che non è propriamente così, anzi! I sogni ci accompagnano per tutta la durata del sonno, avvenendo anche nelle altre fasi del sonno. Inoltre, è possibile che alcune condizioni fisiche possano portarci a sognare di meno e a non ricordare quello che sogniamo. E quando succede? Quando siamo stressati e dormiamo meno. Infatti, la riduzione o privazione di ore di sonno può portare a dimenticare i sogni e a farne in numero minore.

Quali sogni ricordiamo?

Potremmo ricordarli tutti, se solo fossimo molto rilassati e tranquilli al risveglio.

Lo sapevi? I sogni che ricordiamo quando siamo appena svegli sono solo una piccolissima parte dell’attività onirica notturna. In più, quando abbiamo cose particolarmente urgenti al mattino, tenderemo a non ricordare con chiarezza i dettagli del sonno perché troppo impegnati nelle incombenze urgenti. Se venissimo svegliati di soprassalto durante la notte potremmo recuperare più facilmente i frammenti dell’attività mentale che ha preceduto il risveglio.

Altri fattori, però, condizionano il modo in cui ricordiamo i sogni: la motivazione a farli riaffiorare alla mente, la predisposizione individuale (il genere femminile è più propenso a fornire resoconti). Inoltre, se avessimo molti microrisvegli della durata di dieci o più secondi faciliteremmo la rievocazione dei sogni il mattino successivo.

Quale funzione hanno i sogni?

Secondo alcuni scienziati, i sogni proteggono il sonno dagli stimoli sensoriali e predispongono i sognatori in una condizione favorevole sul piano evoluzionistico. Ma dove avvengono i sogni? Nel nostro cervello. Ma dove? L’area del cervello deputata ai sogni è nella parte posteriore del cervello, dove gestiamo anche le emozioni e la memoria visiva. La mancanza di consapevolezza di stare sognando e la perdita di volontà durante il sonno derivano dall’inibizione della corteccia frontale dorsale. Questa inibizione attiva l’area limbica del nostro cervello, che renderà il sogno emozionante.

Visualizza il carrello Chiudi