fbpx
-60% su tutti i materassi e spedizione gratuita

Di cosa si parla quando si fa riferimento al benessere nei luoghi di lavoro? Subito si pensa a tutte le pratiche adottate per vivere bene le ore passate in ufficio. In realtà, il benessere nei luoghi di lavoro riguarda anche, e soprattutto, il welfare aziendale.

Cos’è il welfare aziendale

Per welfare aziendale si intendono le iniziative intraprese dalle aziende per aumentare il benessere del singolo lavoratore e della sua famiglia. I servizi di welfare aziendale, solitamente, vengono erogati in modalità alternative alla retribuzione:

  • spese rimborsate;
  • erogazione diretta di servizi.

L’applicazione pratica del welfare aziendale si trasforma in benefit per il lavoratore. I benefit rappresentano un’agevolazione per alcune spese che ogni mese altrimenti dovrebbero essere sostenute in modo autonomo con la retribuzione. A questo proposito, le forme di welfare aziendale sono sempre più importanti per lavoratori, aziende e Stato. Infatti, il ricorso a benefit ed incentivi da parte delle aziende agevola anche le manovre di intervento statale.

Il benessere dei collaboratori

Riguardo al benessere dei collaboratori esistono degli indicatori che vengono considerati per classificare “il livello di benessere” di ogni azienda:

  • Interesse verso i collaboratori, considerati non solo dipendenti;
  • Opportunità di formazione e crescita professionale e personale;
  • Riconoscimento concreto per il lavoro svolto;
  • Tutela della sicurezza, dell’igiene e della salute;
  • Fornitura di attrezzature e risorse;
  • Stima reciproca e rispetto dell’equilibrio tra lavoro e vita privata.

Creare un ambiente positivo e tranquillo conviene. Un ambiente tranquillo, infatti, contribuisce alla realizzazione di performance di successo. La maggiore produttività e la migliore qualità del lavoro svolto rappresentano solo alcuni dei benefici riscontrabili.

L’equilibrio tra il lavoro e la vita privata

A tal proposito, un’ambiente di lavoro sano deve necessariamente prevedere la conciliazione della vita lavorativa con la vita privata. Parliamo, a questo proposito, di work life balance. L’equilibrio tra vita lavorativa e privata è alla base del benessere nei luoghi di lavoro. La stima reciproca tra lavoratore e azienda contribuisce anche alla riduzione dello stress. Eliminare le preoccupazioni porta anche alla riduzione dell’insorgenza di problemi di salute, come l’insonnia. Inoltre, le aziende che compiono azioni volte a migliorare la percezione del lavoro svolto, sono quelle che avranno performance migliori a lungo termine.

Visualizza il carrello Chiudi