Qualità made in italy e customer care sempre disponibile

Materiale e distanza delle doghe: ecco come scegliere una rete per materasso

Se non sei giovanissimo, sicuramente ricorderai le classiche reti da letto in acciaio, quelle con gli elastici e le molle ondulate, che però negli anni ’80 sono state soppiantate da quelle eleganti con doghe in legno.

D’altronde la rete metallica, rumorosa e piuttosto fredda, tendeva ad allentarsi facilmente, anche se aveva raggiunto un buon livello tecnologico.

Oggi comunque, in commercio esistono diversi modelli con le doghe e, se devi rinnovare il tuo sistema letto, potresti entrare in confusione.

Ecco allora per te una piccola guida su come scegliere una rete per il materasso!

Com’è fatta una rete a doghe?

Anche se non si tratta più di una rete vera e propria, questo supporto continua ad essere chiamato così. Quella moderna è formata da un telaio, che è l’elemento fondante, ovvero il cardine principale, che può essere in:

  • Metallo
  • Legno
  • Acrilico

Le doghe, invece, formano il piano d’appoggio e sono una serie di listelli (aste in legno) che, a seconda di disposizione e resistenza, garantiscono un’efficace e ampia distribuzione del peso.

Le aste dei diversi modelli si differenziano per:

  • Distanza: più sono vicini tra loro, maggiore è il supporto garantito.
  • Materiale. Esistono quelle in metallo, ma le più diffuse sono in legno e il consiglio è quello di puntare a quello più resistente e duraturo, ovvero il faggio e il frassino.

Inoltre, i listelli possono essere di 3 tipi:

  • Fissi. Modello classico e più economico.
  • Regolabili. I listelli sono estraibili e posizionabili alla distanza che si preferisce.
  • Pieghevoli. Adatti agli anziani o a chi ha problemi fisici. Possono essere manuali o motorizzati.

Come scegliere una rete in base al materasso?

La soluzione migliore è quella di scegliere il materasso e la rete insieme, in modo tale che siano compatibili tra loro e  ottenere una “risposta” adeguata in termini di elasticità ed ergonomia del sistema letto nel suo insieme.

In generale:

  • Per il materasso più rigido, ovvero con un grado di portanza elevato, è preferibile una rete piuttosto rigida, che riesce ad opporre una valida resistenza al materasso.
  • Per un materasso in più morbido ed elastico, invece, è più adatta una rete a doghe più elastica, meglio se addirittura regolabile, che consente in qualche modo di assecondare i movimenti del materasso, senza però creare degli avvallamenti tali da compromettere la giusta posizione della schiena.

Ecco come scegliere la rete per il materasso… Veradea!

Ovviamente il tuo materasso è, o sarà, firmato Veradea, giusto?

Produciamo due modelli di altissima qualità e, come abbiamo visto, la caratteristica principale da valutare per la scelta della rete da letto è il grado di portanza o rigidità:

  1. L’Ibrido Veradea è avvolgente, perché con le 700 molle isolate una dall’altra risponde in modo personalizzato alle pressioni del corpo, quindi alla corporatura; meglio allora una rete a doghe larghe e poco distanti tra loro.
  2. Il memory gel Veradea è più rigido, perché offre maggior sostegno (supportando anche le corporature importanti), ma si adatta comunque alle forme del corpo; è necessaria una rete solida, con un supporto uniforme lungo tutta la superficie.

In ogni caso, per avere delle indicazioni precise su come scegliere la rete per il materasso, puoi contattare un consulente esperto Veradea, che saprà darti dei consigli sulla base delle tue esigenze specifiche. 

 

 

 

Visualizza il carrello Chiudi